Note d’autunno domani a Pievepelago






    francescaAmarcord, La dolce vita, C’era una volta il west. Ma anche Il Padrino, Otto e Mezzo, Rugantino: le musiche più belle di film italiani che hanno fatto la storia del cinema prendono vita dal flauto di Francesca Salvemini e dal pianoforte di Silvana Libardo. L’appuntamento con mitiche colonne sonore è domani, giovedì 15 ottobre a Pivepelago (Mo) presso il Teatro Walter Mac Mazzieri dove, a partire dalle 21.00, le “Voci di luna” incantano il pubblico con il loro repertorio. Il duo è composto dalla flautista Francesca Salvemini e dalla pianista Silvana Libardo.

    Francesca Salvemini, originaria di Brindisi, ha al suo attivo oltre trecento concerti per prestigiosi enti musicali in Italia e all’estero: si è esibita al Victoria Hall con l’Orchestre de la Suisse Romande, alla “Grande Salle” del Conservatorio Superiore di Ginevra, ad Amsterdam presso la Kaisergracht Saal. E’ docente di flauto nei Corsi di Base, presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo.

    Silvana Libardo, di Molfetta, da alcuni anni è direttrice dello storico coro “Gli Amici Cantori” di Brindisi. E’ docente titolare di pianoforte principale al Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce e tiene corsi di perfezionamento e master class per importanti istituzione, tra le quali le Accademie Musicali Internazionali “Arts Academy” di Roma e “Pier Luigi da Palestrina” di Molfetta. Insieme a Francesca Salvemini hanno inciso il C.D. “Voci di luna” per la casa discografica “Velut Luna” di Padova che propone le colonne sonore dei più noti film e compositori italiani.

    La prima edizione di “Autunno Musicale Pavullese” è organizzata dall’Associazione Musicacomune Onlus in collaborazione con il Comune di Pavullo, con il patrocinio della provincia di Modena, il contributo del Laboratorio Musicale del Frignano e con il sostegno di Sinergas, Automobili Dalmazzini e F.lli Orlandini, Lions Club Pavullo e del Frignano. La rassegna prevede 4 concerti (il primo è stato lo scorso 8 ottobre) che, fino al 29 ottobre, propongono incursioni in diversi generi musicali.

    L’ingresso ai concerti costa 10 euro e il ricavato sarà devoluto a sostegno della Caritas San Bartolomeo di Pavullo.









    Articolo precedentePatto di Stabilità, Sorbi (UDC in Provincia): il Governo lo riveda per i Comuni “virtuosi”
    Articolo successivoLegambiente Emilia Romagna interviene sul caso del bosco di Lido degli Estensi