Bologna, Sirio e domeniche ecologiche: ecco le novità






    traffico_limitatoUn accordo per semplificare le feste a tutti. Un accordo che, in occasione di un evento eccezionale come il Natale, tiene insieme le esigenze delle associazioni di categoria del commercio, dei cittadini e la tutela della loro salute. Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Bologna ed i rappresentantidelle associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato (Confesercenti, Ascom, Confartigianato e Cna) hanno raggiunto un’intesa su un pacchetto di interventi a sostegno del commercio nel periodo natalizio e sulla contemporanea promozione di iniziative a carattere ecologico, che proseguiranno anche nei primi mesi del prossimo anno.

    Come spiegato dal Sindaco e dall’assessore al Traffico, la giunta comunale non crede all’equazione “più auto uguale più commercio”, ma, vista l’eccezionalità della crisi economica che sta colpendo anche la nostra città, Palazzo d’Accursio si è reso disponibile al dialogo con le categorieeconomiche e ad accogliere alcune delle loro richieste. È stato pertanto deciso che nelle tre domeniche e nei giorni festivi precedenti al Natale vengano sospese le limitazioni al traffico nel CentroStorico, con conseguente spegnimento del vigile elettronico Sirio.

    Le giornate in questione sono domenica 6, martedì 8 (Festa dell’Immacolata), domenica 13, domenica 20, giovedì 24 (giorno della Vigilia) e il 25 dicembre (giorno di Natale). Si tratta di giorni tutti festivi, nei quali sul centro storico non pesa il traffico privato di chi, nei feriali, si reca a lavorare dentro le mura.

    Per quanto riguarda il giorno di Natale, la scelta non è stata dettata dalle richieste delle associazioni di categoria, ma dalla volontà del Comune di favorire il trasporto delle persone in un giorno in cui le famiglie si ritrovano per festeggiare insieme. In queste giornate verranno anche potenziati ed agevolati i mezzi pubblici.

    Nei primi mesi del prossimo anno, invece, sono previste chiusure domenicali del centro storico (31 gennaio, 28 febbraio, 21 marzo). In queste festività è prevista l’apertura straordinaria delle attività commerciali e artigianali, accompagnata da un apposito calendario di eventi cheriguarderanno l’infanzia, la valorizzazione delle attività commerciali tradizionali, gli anziani e spettacoli dedicati ai bambini.









    Articolo precedente‘Orti di pace e piacevolezza’ per oltre 1000 bambini reggiani
    Articolo successivoAcimac lancia una scuola di formazione internazionale in modalità e-learning