Home Reggio Emilia Scandiano, per il RUE aperti a suggerimenti, proposte e massima condivisione prima...

Scandiano, per il RUE aperti a suggerimenti, proposte e massima condivisione prima dell’approvazione definitiva

Alessio-MammiIl sindaco di Scandiano Alessio Mammi torna sul tema del Regolamento Urbano Edilizio, sottolineando due questioni in particolare.

La prima è che l’iter di approvazione di questo importante strumento non è ancora concluso; quindi l’Amministrazione e il Sindaco in primis, pur giudicando la proposta adottata un documento già di grande qualità innovativa, capace di dare risposte a tante attese e capace di mettere in moto idee nuove, sono aperti a qualsiasi confronto e proposta migliorativa.

La seconda per precisare che l’adozione del RUE ha seguito lo stesso percorso che ha visto l’approvazione del PSC nel luglio 2011 senza alcuna polemica. Anche per il RUE sono infatti state convocate due commissioni consiliari, l’ultima delle quali (ad inizio febbraio) non si è però svolta regolarmente per mancanza del numero legale. In quell’occasione erano presenti infatti solamente rappresentanti del Partito Democratico e della Lega Nord.

“Il materiale è stato poi inviato ai consiglieri nei termini di legge, prima del Consiglio Comunale – precisa il sindaco Mammi -, e non abbiamo ricevuto richieste di nuovi incontri, anche in modo informale. Non avremmo avuto nessun problema a convocare una nuova commissione se richiesto.

Obiettivo prioritario è adesso quello di migliorare quanto più possibile il già buono strumento adottato, attraverso il percorso che abbiamo ancora davanti. Dalla data di pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Emilia Romagna avremo 60 giorni entro i quali ognuno potrà presentare osservazioni al RUE o ulteriori elementi conoscitivi, che saranno valutati prima dell’approvazione definitiva. Ci saranno quindi tutti gli estremi per confrontarci nuovamente su questo importante strumento di pianificazione, che proprio per la sua valenza, riteniamo debba essere positivamente condiviso con tutte le forze, tecniche e politiche”.