Home Maranello A Gorzano una scuola materna più ampia e sicura

A Gorzano una scuola materna più ampia e sicura

Con la sistemazione dell’area esterna si concludono definitivamente i lavori di ampliamento e riqualificazione e della scuola materna Jacopo da Gorzano, un intervento che ha visto un significativo aumento degli spazi a disposizione di bambini e del personale educativo. Una scuola più sicura e rinnovata, capace di ospitare tre sezioni, dotata di ampi spazi per le attività, con un nuovo laboratorio collegato con il salone, con possibilità di utilizzo per iniziative di gruppo, feste, gioco libero, e affacciato verso il giardino, dove è stato realizzato un grande portico per il gioco all’aperto. E spazi per il riposo suddivisi per età nel rispetto delle diverse esigenze legate al sonno.

L’intervento, dal costo complessivo di circa 1 milione 440 mila euro circa, è stato realizzato, oltre che con risorse dell’amministrazione comunale, grazie ad un contributo statale del MIUR di circa 845 mila e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena di 320 mila euro. I lavori si sono svolti in due stralci successivi, opportunamente studiati e cadenzati per non interrompere mai l’attività scolastica. Nonostante i tempi molto compressi, infatti, la scuola è potuta ripartire con la nuova sezione aggiunta già nel settembre 2019. “E’ un intervento che ci ha permesso di migliorare gli spazi e la funzionalità di una scuola storica per la comunità di Gorzano”, afferma il sindaco Luigi Zironi. “L’investimento sull’edilizia scolastica continua ad essere una priorità per questa amministrazione: una scelta di fondamentale importanza in un periodo in cui la scuola è tornata ad essere al centro dell’attenzione, come luogo di socialità, educazione, incontro e crescita. Intervenire sulla sicurezza delle strutture scolastiche significa investire sul futuro di bambini e ragazzi, sul nostro futuro. La materna di Gorzano è una scuola radicata, un punto di riferimento per i residenti e le famiglie: abbiamo deciso di intervenire sull’edificio esistente con una maggiore dotazione di spazi che oggi si rivela ancora più preziosa”.

Il primo stralcio ha riguardato un intervento di adeguamento sismico dell’intero edificio e la demolizione di un vecchio fabbricato dismesso da anni. Si è poi intervenuti con un ampliamento degli spazi scolastici e una serie di lavori di riqualificazione ed efficientamento energetico dell’edificio, con il rifacimento di pavimenti, bagni e finiture e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, a favore anche di un miglior e più efficiente uso delle risorse energetiche. “Si tratta dell’intervento più recente di un percorso di messa in sicurezza e a norma sismica di tutti gli edifici scolastici, intrapreso dal Comune in questi ultimi anni”, afferma l’assessore ai lavori pubblici Chiara Ferrari. “Un intervento che in questo caso ci ha permesso di rinnovare la scuola e potenziarla con nuovi spazi: una sezione di materna completamente rinnovata, ma anche un salone per usi collettivi di maggiore dimensione, due dormitori suddivisi per età e spazi funzionali più adeguati”. Significativi anche gli interventi all’esterno della scuola, ora dotata di un ampio portico per una migliore gestione dei bambini, con la riqualificazione del verde e dei giochi e la realizzazione di una pista per tricicli, donati dal Banco BPM. Il fronte della scuola, infine, è stato ritinteggiato con ideogrammi di alberi che la caratterizzano come “scuola nel parco”. E’ stato anche realizzato un piccolo spazio di verde pubblico su Via Vandelli che in futuro potrà essere attrezzato e diventare luogo di incontro della frazione.