Home Fiorano Fiorano Modenese conferma il suo pieno sostegno alla disabilità

Fiorano Modenese conferma il suo pieno sostegno alla disabilità



Come negli scorsi anni, gli sforzi che il Comune di Fiorano Modenese dedica al mondo della scuola e dei servizi correlati continuano a essere molto importanti.

Per quel che riguarda il sostegno agli alunni disabili, nel 2021/22 il numero di bambini cui viene affiancato personale educativo assistenziale è pari a 69: ben 13 in più rispetto allo scorso anno (+20%). Non si tratta di un dato nuovo: dal 2016/17 a oggi si è registrata una crescita del 54,5% degli alunni seguiti, e la stima di spesa dedicata alla disabilità ammonta per l’anno scolastico 2021/22 a più di 622 Mila euro (+30% sul 2020/21). Inoltre, anche per l’estate 2021 l’Amministrazione ha garantito piena accoglienza a tutti i bambini con disabilità certificata che hanno richiesto di frequentare i centri estivi comunali, attestandosi su 13 frequentanti.

Riguardo i servizi di pre- e post-scuola al nido d’infanzia e alla scuola materna, sono stati mantenuti invariati anche nel 2021/22, partendo fin da settembre. Tali servizi, nel caso della scuola materna, coinvolgono 160 alunni, e la somma messa a disposizione ammonta a circa 140 Mila euro: quasi il doppio rispetto a un anno “ordinario”, non emergenziale. Il pre- e post-scuola presso le scuole elementari riguarda invece 250 bambini. Nel complesso si riescono a garantire, dal nido alla primaria, attività giornaliere che hanno avvio alle ore 7.30 e termine per il post-scuola ristabilito alle ore 18.30.

Confermato fin dalla prima settimana di scuola il servizio di trasporto scolastico, con il rispetto delle disposizioni anti-Covid, prevedendo inoltre accompagnatori sugli scuolabus per garantire un corretto svolgimento del servizio. Allo stesso modo, è stata confermata la mensa scolastica: a partire dalla prima settimana per le elementari, e dal 20 settembre per la scuola materna. Qui, il pasto viene consumato nelle sezioni (garantendo il distanziamento), mentre per la scuola elementare sono stati individuati già dall’anno scorso appositi spazi mensa escludendo l’uso delle classi, in accordo con gli istituti scolastici.

È doveroso sottolineare come per nessuno di questi servizi siano state aumentate le tariffe a carico delle famiglie.

“A fronte – afferma l’assessore Luca Busani – di un numero crescente di certificazioni di disabilità, nelle nostre scuole riteniamo assolutamente doveroso dare una risposta adeguata, garantendo il massimo supporto possibile per la crescita e l’educazione di nuove generazioni, completamente inclusive e senza barriere. Allo stesso modo, ci siamo impegnati massimamente fin dall’anno passato, nonostante le persistenti difficoltà legate alla gestione dei servizi in periodo di emergenza sanitaria, a offrire alle famiglie il prolungamento orario scolastico nelle modalità più ampie e flessibili possibili in questo momento. Come Amministrazione siamo convinti che solo attraverso la conciliazione vita-lavoro è possibile fare welfare; e solo con un welfare adeguato ci può essere una ripresa autentica e sostenibile”.

Articolo precedenteAutobus a fuoco in via Emilia Ovest, nessun ferito
Articolo successivoIl deposito incontrollato di rifiuti è sequestrato ma lui continua ad alimentarlo: denunciato