Home Politica Risposta all’interrogazione di Severi (FI) in merito alla riasfaltatura di via Pretorio...

Risposta all’interrogazione di Severi (FI) in merito alla riasfaltatura di via Pretorio e viale XX Settembre



Copyright: Regione Emilia-Romagna A.I.U.S.G. – Autore: Liviana Banzi

La prima interrogazione discussa nel corso del Consiglio Comunale di ieri sera era a firma del Consigliere di Forza Italia Claudia Severi, avente ad oggetto: “Riasfaltatura strade e in particolare via Pretorio e viale XX Settembre”.

 

“Visto che – si legge nell’interrogazione – i lavori di fresatura e asfaltatura hanno interessato per tutta la lunghezza di viale XX Settembre per lo più solo la sezione centrale, lasciando ambedue gli ampi spazi laterali destinati alla sosta, nello stesso stato di fatto in cui si trovavano, con la conseguente creazione di un insidioso ed evidente bordo rialzato a ridosso della nuova asfaltatura; che anche la fresatura e riasfaltatura di via Del Pretorio non ha interessato nella larghezza l’intera via, creando a macchia di leopardo zone non asfaltate. Considerato che sono stati spesi soldi pubblici per questa manutenzione e che, a fronte del disagio per la città nei due giorni di lavori, ad oggi i risultati sono di un intervento approssimativo e tampone, a danno dell’immagine stessa di queste due strade centrali. Chiede al Sindaco e alla Giunta comunale di Sassuolo di conoscere: se la Giunta ritenga che questo tipo di intervento possa soddisfare il criterio di messa in sicurezza e l’obiettivo di abbellimento della qualità urbana del centro; quali somme siano state spese per fresatura e riasfaltatura di via Pretorio e viale XX Settembre; cosa prevedesse il capitolato di appalto e se ritenga che l’intervento, con questo esito, soddisfi l’articolato del certificato di regolare esecuzione finale; se si, quale sia l’oggetto d’intervento di questo capitolato e quale il criterio; se no, quale penale posta a carico dell’impresa e se l’amministrazione intenda avvalersene; se e come e con quale tempistica l’amministrazione intenda procedere al necessario maquillage per dare a queste due strade del centro il dovuto decoro”.

 

Ha risposto all’interrogazione il Vicesindaco Camilla Nizzoli.

“L’intervento di fresatura e riasfaltatura di via XX settembre è stato eseguito solo sulla corsia di marcia, e non anche sulle fasce laterali destinate alla sosta, in quanto queste ultime non presentano particolari problemi di degrado della pavimentazione bituminosa e di conseguenza non rappresentano un problema di sicurezza per la circolazione stradale. Anche e soprattutto in un’ottica di oculata gestione delle risorse economiche dell’ente, è stata fatta la scelta di operare col fine di mettere in sicurezza la circolazione stradale asfaltando solo la corsia di marcia. A breve verrà realizzata nuovamente la segnaletica stradale, che ottimizzerà la percezione spaziale della strada e delle sue pertinenze. Inoltre in poco tempo la colorazione della nuova pavimentazione si uniformerà a quella della pavimentazione delle fasce laterali. Il costo indicativo stimato per le opere di riasfaltatura assommano indicativamente a 15.000 € oltre Iva per via XX settembre, e a 4.000 € oltre Iva per via del Pretorio nel tratto compreso tra viale della Pace e viale XX settembre. Asfaltare anche le fasce laterali di sosta sarebbe costato ulteriori 15.000 € oltre Iva.

La contabilità delle opere non è ancora stata redatta, stante il fatto che l’intervento è stato appena eseguito. E’ stata rilevata dalla D.L. l’effettiva presenza di alcuni punti non perfettamente eseguiti all’attacco tra la pavimentazione esistente e quella nuova, nello specifico:

–           Piccoli rilievi, comunque inferiori a 1 cm, tra le due pavimentazioni, in parte derivanti anche dalla preesistente presenza di qualche scavo nel tempo calato, e pertanto avente non perfetta planarità;

–           Leggere sgranature al bordo della nuova pavimentazione in alcuni punti.

I difetti esecutivi sopracitati non sono diffusi per tutta la lunghezza dell’intervento ma sono stati puntualmente riscontrati in fase di sopralluogo.

Poiché il capitolato speciale d’appalto prevede il corretto attacco della nuova pavimentazione a quella esistente, tali rilievi sono già stati comunicati prima verbalmente e successivamente tramite PEC all’impresa esecutrice, al fine di addivenire quanto prima agli interventi tecnici di correzione dei difetti esecutivi riscontrati, prima della realizzazione della segnaletica orizzontale.

L’intervento pertanto, ad oggi, non soddisfa i requisiti per la sottoscrizione del certificato di regolare esecuzione finale. La D.L. ha già effettuato sopralluogo con l’impresa esecutrice che si è resa disponibile a porre in essere, a propria cura e spese, gli interventi tecnici correttivi necessari richiesti dalla D.L.

Qualora l’impresa non provveda, l’Amministrazione si avvarrà certamente delle penali previste dal capitolato speciale d’appalto. In funzione delle condizioni meteo, l’intervento sarà programmato nel minor tempo possibile, presumibilmente entro il mese di Dicembre.

Gli interventi correttivi non avranno particolare impatto sulla viabilità nel periodo precedente il Natale.”

 

 

Articolo precedenteScuola, l’ok della Provincia a due nuovi indirizzi alle superiori: al Morante i servizi sanitari, allo Spallanzani il liceo “ambientale”
Articolo successivo“Ripristino servizio distributori d’acqua”: risposta all’interrogazione di Savigni (PD)