È stato eletto stamattina a larga maggioranza dall’Assemblea Generale il nuovo segretario provinciale del sindacato lavoratori agro-industria Flai Cgil Modena.

E’ Nicola Pessolano, di origini salernitane e modenese d’adozione, 54 anni, sposato con un figlio, già componente di segreteria della categoria con delega all’organizzazione e alla contrattazione aziendale. Presenti all’Assemblea Generale, oltre al segretario Cgil Modena Daniele Dieci, la segretaria nazionale Flai Cgil Tina Balì e il segretario regionale Flai Cgil Umberto Franciosi.

Pessolano inizia la sua attività sindacale nel 1995 come Rsu alla Bonfiglioli Riduttori di Vignola. Ricopre poi il ruolo di funzionario nel sindacato metalmeccanici Fiom a Vignola. Ha proseguito l’attività di funzionario sia in Fiom che nel sindacato alimentaristi Flai/Cgil e tra il 1998 e il 2003 è stato sempre funzionario Fiom a Vignola, Castelfranco e Modena. Dal 2003 ha ricoperto anche la carica di coordinatore confederale della zona di Vignola. Nel 2005 viene eletto segretario del sindacato lavoratori della comunicazione Slc Cgil (industria grafica-cartai, Poste, telecomunicazioni e spettacolo) ruolo che ricopre sino al 2008 quando diventa funzionario della Filctem Cgil per la zona di Sassuolo dove farà poi parte della segreteria provinciale. Nel corso della sua attività in Filctem è stato anche componente dei consigli di amministrazione dei fondi previdenziali di categoria (Foncer e Fiprem).

“Ringrazio l’Assemblea Generale per la fiducia accordatami – ha detto Pessolano subito dopo la sua elezione – e mi impegno a continuare il buon lavoro del mio predecessore Marco Bottura”.
Tra gli obbiettivi di mandato, Pessolano mette l’accento su alcuni punti. Innanzitutto, il consolidamento del tesseramento della categoria, attualmente superiore ai 5.000 iscritti. L’estensione della rappresentanza sindacale all’interno dei luoghi di lavoro e l’ulteriore sviluppo della contrattazione aziendale. Ancora, la lotta agli appalti irregolari all’interno delle aziende alimentari, in particolare nel distretto delle carni dove sono presenti utilizzi impropri degli appalti con conseguente sfruttamento dei lavoratori.

In materia di salute e sicurezza, la Flai Cgil intende rafforzare l’azione sindacale per garantire la migliore salubrità nei luoghi di lavoro per prevenire infortuni e malattie professionali. Importante anche potenziare la formazione sindacale delle Rsu (Rappresentanze sindacali unitarie) per renderle sempre più protagoniste e autonome nella capacità di contrattare nei luoghi di lavoro.

La categoria sarà impegnata nei prossimi mesi in importanti tornate di rinnovi contrattuali nelle più significative aziende della provincia, propedeutiche al rinnovo del contratto nazionale dell’industria e della cooperazione alimentare prevista per il 2023.

Nicola Pessolano subentra a Marco Bottura destinato ad altri incarichi nell’organizzazione. A entrambi i migliori auguri di buon lavoro.

 

 









Articolo precedenteTumori del cavo orale, la diagnosi precoce è fondamentale
Articolo successivoPorti, Monti “Il 4 maggio inauguriamo la stazione marittima di Palermo”