Home Cinema Nonantola Film Festival, la 16^ edizione si chiude con “On the Fence”

Nonantola Film Festival, la 16^ edizione si chiude con “On the Fence”






Una serata alla presenza di una ospite internazionale – la prima nella storia della manifestazione – con la proiezione in esclusiva regionale del suo documentario, le proiezioni dei cortometraggi vincitori della gara “4 Giorni Corti+2” 2022 con la consegna dei premi alle troupe, le premiazioni del concorso “L’Arte nel Cinema” e la proiezione dei corti vincitori di “Cinedanza” 2021.

Gran finale sabato 7 maggio alla Sala Cinema Massimo Troisi di Nonantola (MO) a partire dalle 20 con il Galà di chiusura della 16esima edizione del Nonantola Film Festival, organizzato dall’omonima APS affiliata Arci UCCA. Ingresso gratuito, con obbligo di mascherina Ffp2.

Si parte con la premiazione delle opere di pittura, scultura e fotografia del concorso “L’Arte nel Cinema” organizzato da NonantolArte e PhotoNonatolArte in collaborazione con il Comune di Nonantola, La Clessidra APS e Nonantola Film Festival nell’ambito del progetto TorreAttiva.

Alle 20.30 seguirà la proiezione di “On the Fence”, primo lungometraggio della regista egiziana Nesrine Lotfy El-Zayat che sarà in sala assieme al produttore italiano del film Luigi Veneziani. Versione originale con sottotitoli italiani curati dall’esperta Alessandra Nespoli.

Dopo che sua madre ha avuto un incubo, Nesrine si mette in viaggio partendo dal Cairo dove vive dal 2002, per raggiungere la città dove è nata, Timma, nell’Alto Egitto, nella speranza di salvare la loro vecchia casa. In questo viaggio del Sé, la regista ci conduce avanti e indietro fra due mondi, sperimentando la sensazione di non appartenere a nessuno di questi. Nesrine si trova sospesa tra due luoghi differenti: assistiamo al suo tentativo di affidarsi alla casa che il padre le ha lasciato prima di morire come se fosse una mappa speciale, ma fragile e destinata a svanire.

Nesrine El-Zayat è nata nell’Alto Egitto, nel governatorato di Sohag. Ha studiato sociologia presso la South Valley University. Ha lavorato come giornalista e critica cinematografica per il settimanale Rosa El-Youssef. Ha realizzato due cortometraggi documentari.  Il primo, intitolato “Ward N°6”, è stato trasmesso in Francia sul canale France 3. Ha vinto il Jury Prize for the Human Rights Competition al Baghdad International Film Festival e il Jury Prize for Best Short Documentary al National Festival for Egyptian Cinema nel 2009. Il secondo cortometraggio, intitolato “The Black Dress” e realizzato nel 2013, è stato proiettato in diversi festival in Egitto, India, Francia e Marocco. L’ultimo e più recente documentario, “On the Fence”, è un lungometraggio girato e montato da Nesrine. È stato proiettato in anteprima al Cairo Film Festival nel Dicembre del 2020.

Dopo il film e l’incontro con gli ospiti, intorno alle 22, Lorenzo Vercelli di Drama Teatro, direttore artistico del concorso e festival internazionale di videodanza ‘Cinedanza’, presenterà i tre corti vincitori dell’edizione 2021: “Where We’re Going” di Heidi Duckler e Katherine Helen Fisher, “Cronologia di un corpo” di Lorenzo Pandolfi e “Léila” di Giovanna Pesce.

Alle 22.30 circa, verranno finalmente svelati i titoli vincitori della gara “4 Giorni Corti+2” 2022, contest che rappresenta da sempre il vero cuore pulsante del Nonantola Film Festival.

Tra le 37 opere pervenute, gli organizzatori ne hanno selezionate venti – tutte visibili sul sito www.nonantolafilmfestivalonline.it e votabili dal pubblico fino alle 21 del 6 maggio: 6 commedie (“Ti ammazzo perchè ti amo troppo” troupe Cinemergente, “S(m)alto nel buio” La Corte delle Spade, “I vincitori del Nonantola Film Festival” Cinedelirium, “L’idea” MenteFredda, “Ciao amore, ciao” IANUA Pictures, “Un giro di fiducia” Macine da Presa), 2 horror (“L’irragionevole storia di Massimo Bildo” FlyingPigs, “Zombie Inside” Mad Eyes Productions), 1 mockumentary (“Unconventional Neighbor” Golosello Pr.), 3 thriller (“Smarrita” White Cat, “Jericho” Scirocco Barocco Creations, “La mia bianca testa” Senzarti), 4 drammatici (“Smaltita” Lasparago, “BEcoME” Anna Flexa, “Il momento” Luce Production, “Routine” C60 Lo.Fi.), 2 di genere sentimentale (“La prima volta” Scottish Fish, “Cara Teresa” Kinoblega), 1 western metropolitano (“Per quelle sporche 5 stelle d’oro a mezzogiorno” Spiky Owl) e 1 di fantascienza (“12 miliardi” Jacopo Renzi).

La Giuria di Qualità (composta dalle registe Valentina Arena e Claudia Tosi, dal responsabile della distribuzione I Wonder Pictures Dario Bonazelli, dall’attrice Stefania Delia Carnevali e dal critico cinematografico Roberto Chiesi) proclamerà i vincitori assegnando 1500 euro al miglior corto, 500 euro al secondo e 250 al terzo, più eventuali altre menzioni. Verrà inoltre consegnato il premio del pubblico che ha votato online – intitolato al videomaker Nicolò Gianelli – e il premio speciale di 300 euro in buoni spesa che uno degli sponsor del festival, Coop Alleanza 3.0 mette a disposizione per il lavoro che meglio avrà valorizzato la città di Nonantola.









Articolo precedente“Cresce Bologna”: un sito e una mappa interattiva per raccontare i 29 interventi finanziati dal FSC-Patto per Bologna e seguirne lo stato di avanzamento
Articolo successivoBologna, Premio Tina Anselmi: le vincitrici dell’edizione 2022