Martedì 12 luglio alle ore 21:30 presso il cortile del Casalone in via San Donato 149 a Bologna, Sofos APS e INAF – Osservatorio di astrofisica e scienza dello spazio di Bologna (OAS) proietteranno in un evento speciale le prime immagini a colori ottenute dal telescopio spaziale James Webb.

Il James Webb Telescope (JWT) nasce dalla collaborazione tra la Nasa, l’Agenzia spaziale europea (ESA) e l’Agenzia spaziale canadese (CSA), è stato lanciato in orbita lo scorso 25 dicembre 2021 ed è considerato il successore di Hubble. È il più grande e complesso osservatorio mai lanciato nello spazio e ha dovuto attraversare un periodo di preparazione di sei mesi prima di iniziare il lavoro scientifico e concederci i primi dati e le prime immagini.

Questa raccolta attesissima e top secret di immagini e dati spettroscopici è destinata a essere condivisa in tutto il mondo. Per celebrare questo importante rilascio, ESA ha scelto un numero limitato di organizzazioni e istituzioni in tutta Europa per massimizzare la portata e l’impatto di questi prodotti con eventi speciali. Sofos APS e INAF-OAS hanno il piacere di essere tra le 4 organizzazioni italiane che contribuiranno alla diffusione.

Durante la serata gli astronomi INAF-OAS commenteranno le immagini e a seguire verrà proiettato il documentario del 2019 Star Stuff di Milad Tangshir, prodotto da Rossofuoco e distribuito da Lab 80 film. Star Stuff racconta un viaggio tra i più importanti osservatori astronomici del mondo situati in luoghi privilegiati per studiare il cosmo e allo stesso tempo vicini a comunità indigene, minuscoli villaggi di contadini e pescatori. Due mondi agli antipodi, che condividono la stessa attenzione verso il cielo che li sovrasta e, grazie alle loro letture e suggestioni, tanto diverse quanto affascinanti, ci aiutano a rivolgere il nostro sguardo verso l’alto, verso le stelle di cui siamo parte.

L’evento è inserito all’interno della X edizione della rassegna cinematografica sotto le stelle Cinecasalone che ogni estate si tiene nel cortile del Casalone a Bologna e quest’anno è interamente dedicata ai documentari d’autore grazie alla collaborazione con la D.E-R (Documentaristi Emilia-Romagna APS) ed Estate Doc. Collaborano inoltre RTA Il Casalone e Fucina XXI APS, con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Città Metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Quartiere San Donato – San Vitale, Fondazione Carisbo, nell’ambito di Bologna Estate.

L’evento è gratuito e ad accesso libero, per informazioni scrivere a eventi@sofosdivulgazionedellescienze.it o 370 3155954.









Articolo precedenteDal Ministero dell’Istruzione fondi per il diritto allo studio degli alunni con disabilità
Articolo successivo“A muso duro”, un progetto letterario filantropico. Sabato a Modena la presentazione