È incappato in un controllo stradale eseguito lungo la variante alla provinciale 62 da un equipaggio dei carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Guastalla. L’odore di stupefacenti avvertito dai carabinieri all’interno dell’abitacolo dell’auto, congiunto al nervosismo del conducente, ha indotto i carabinieri ad approfondire i controlli.

Dopo una iniziale reticenza, l’uomo si è mostrato collaborativo consegnando spontaneamente un pezzo di hascisc del peso di 60 grammi che occultava nelle tasche dei pantaloni indossati. Alla luce di tali risultanze i militari, ricorrendone i presupposti di legge, si recavano presso l’abitazione dell’uomo, dando corso a una perquisizione domiciliare. Anche in questo caso si mostrava collaborativo consegnando due pezzi di hascisc del peso complessivo di 70 grammi e un bilancino di precisione che occultava all’interno della cucina. Nel proseguo delle attività veniva rinvenuto altro bilancino di precisione occultato nella camera da letto, che veniva sequestrato unitamente allo stupefacente e all’altro bilancino.

Appurati i fatti e ricondotta la detenzione ai fini di spaccio, veniva quindi denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia.

 









Articolo precedenteRaspadori “C’è voglia di fare bene in Nations League”
Articolo successivoNon paga il conto al ristorante e aggredisce i carabinieri. Arrestato a Reggio Emilia