In un gesto di unità e impegno sociale, l’azienda di consulenza informatica Quanture, l’Associazione TuttoSiMuove e il Comune di Formigine hanno stretto un accordo per lanciare il progetto CommunityConnect. Questa iniziativa innovativa mira a promuovere solidarietà, comunità e sostenibilità, creando connessioni positive tra diversi attori della comunità locale e impegnandosi nello sviluppo di un circolo virtuoso di economia circolare.

Il progetto, presentato all’indomani della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, si pone l’obiettivo di combinare opportunità per persone con disabilità con la crescita della comunità e il perseguimento di uno sviluppo sostenibile.

 

Come Funziona CommunityConnect: un Circolo Virtuoso di Economia Circolare

Le aziende locali sono invitate a donare dispositivi elettronici in fase di dismissione, come computer, notebook e desktop. Questi dispositivi saranno recuperati, rigenerati e donati a enti e associazioni del territorio comunale, grazie alle attività svolte da Quanture, TuttoSiMuove e il Comune di Formigine.

Quanture si occuperà di coinvolgere le sue aziende clienti, ritirerà i dispositivi e li consegnerà a TuttoSiMuove. Inoltre, allestirà il laboratorio di lavorazione e formerà i coordinatori e gli utenti di TuttoSiMuove per svolgere le necessarie attività tecniche per rendere i dispositivi nuovamente utilizzabili.

“Il nostro impegno vuole andare oltre alle normali dinamiche legate al business della nostra società. Ci impegniamo ad essere parte attiva nella creazione di rilevanti connessioni nel nostro territorio e nella nostra comunità, valorizzare e promuovere modelli di twin transformation responsabili e agire, nel nostro piccolo, per costruire un presente e un futuro più sostenibili” dichiara Simone Ponzoni, CEO di Quanture S.p.A.

TuttoSiMuove contribuirà al progetto rigenerando i dispositivi, per renderli disponibili a nuovi proprietari. Questa attività consentirà ai ragazzi dell’associazione di acquisire nuove competenze nel campo dell’informatica, rendendole spendibili nel mondo del lavoro.

“Siamo entusiasti di far parte di questo progetto che non solo contribuisce all’inclusione sociale, ma offre anche opportunità di formazione tecnica ai giovani con disabilità”, afferma Fabio Giovanardi, Presidente di TuttoSiMuove Onlus.

Il Comune di Formigine, attraverso gli assessorati per Formigine Città sostenibile 2030 e Formigine Città inclusiva, coordinerà le associazioni del territorio interessate a beneficiare dei beni. Inoltre, presenterà il progetto ad altri comuni dell’Unione del Distretto Ceramico per allargare il bacino di raccolta e riconsegna dei materiali recuperati.

“Si tratta di uno splendido esempio di economia circolare, che amplifica le ricadute sociali sul territorio. Infatti, grazie a questo progetto si andranno ad impattare diversi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, così come definiti dall’Agenda ONU 2030. I dispositivi elettronici, una volta rigenerati, potranno essere donati ad associazioni dedite al sostegno di cittadini e studenti in situazione di fragilità economica. Inoltre, coinvolgendo e formando ragazzi disabili, gli si daranno strumenti per aumentare la loro autonomia, anche sul lavoro. La collaborazione tra Pubblica Amministrazione, Associazioni e privati risulta così strategica”, conclude il Sindaco, Maria Costi.

 

Un’Interconnessione Positiva per Tutta la Comunità

CommunityConnect rappresenta un passo significativo verso una comunità più solidale, inclusiva e sostenibile. L’impegno congiunto di Quanture, TuttoSiMuove e Comune di Formigine dimostra che ognuno di noi può fare la differenza, e ogni azione conta nel plasmare il futuro che desideriamo.

Per ulteriori informazioni su CommunityConnect e per partecipare a questa iniziativa, contattare Marina Silvestri, Responsabile Marketing e Comunicazione presso Quanture.









Articolo precedenteLe Aziende Sanitarie modenesi in merito agli scioperi del 5 e del 7 dicembre
Articolo successivoSvolta in Serie D: dal 2024 obbligo di tre under in campo