Home Attualita' Leoni (FI) su immigrazione e sicurezza

Leoni (FI) su immigrazione e sicurezza

“Se la sinistra continuerà a trattare con lassismo e demagogia i temi dell’immigrazione la criminalità nella provincia di Modena non potrà che peggiorare raggiungendo livelli intollerabili”. Lo ha affermato il Consigliere regionale di Forza Italia dell’Emilia Romagna Andrea Leoni, commentando i gravi fatti di cronaca che avvengono oramai quotidianamente a Modena e provincia che vedono protagonisti immigrati extracomunitari.


“Dopo i tanti danni creati da una legge regionale sull’immigrazione che di fatto favorisce gli extracomunitari a danno degli italiani, oggi le politiche del governo Prodi stanno già contribuendo a peggiorare la situazione.
La recentissima maxi sanatoria del Governo Prodi a favore 350 mila immigrati irregolari e le nuove scellerate normative sui ricongiungimenti riempiranno ulteriormente le strade di Modena e provincia di extracomunitari.
Una massa di persone che, oltre che ad essere un problema di carattere sociale, avrà ripercussioni gravissime sul fronte dell’Ordine pubblico. Il governo Prodi ha forse calcolato se le nostre Amministrazioni comunali e le Forze dell’Ordine sono pronte ad affrontare un’invasione del genere?

Nella provincia di Modena ci sono già situazioni di grave invivibilità. Dai ghetti di Sassuolo, a Mirandola, ad alcuni quartieri di Modena, rischiamo di trovarci di fronte a scenari inimmaginabili.
A questo punto le Amministrazioni di sinistra devono fare scelte precise. Con le politiche abitative messe in campo fino ad ora dalla Regione che da anni favoriscono l’accesso agli alloggi pubblici degli extracomunitari appena arrivati in Italia, a scapito degli italiani e degli stranieri onesti ed integrati, la sinistra ha creato pericolosi ghetti, fonte di degrado, disagio e criminalità.
Ora, anziché pensare a come far votare gli immigrati o a come finanziare la prossima festa multietnica, le Amministrazione di sinistra dovrebbero pensare a come tutelare la sicurezza dei cittadini.
Vivere in città tranquille è un diritto della gente perbene. E’ ora che i nostri amministratori di sinistra ammettano il proprio fallimento abbandonando la strada di un buonismo, dove tutto è permesso, per abbracciare quella dei doveri e delle regole uguali per tutti”.

(Il Consigliere regionale di Forza Italia dell’Emilia Romagna Andrea Leoni)