Prove aperte a Formigine per Spira Mirabilis






    spira poliTorna a Formigine Spira mirabilis, il progetto che porta in città un gruppo di giovani musicisti professionisti italiani e stranieri provenienti dalle più prestigiose orchestre ed accademie d’Europa. Domenica 15 novembre alle 21, presso la Polisportiva Formiginese (via Caduti di Superga 4) si terranno le prove generali aperte, ad ingresso gratuito, dell’“Eroica” di Ludwig van Beethoven.

    Le prove anticiperanno il concerto che si terrà lunedì 16 novembre alle 21presso il Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” di Modena in occasione dell’apertura della stagione 2009/10 della Gioventù Musicale (ingresso biglietto intero 6 euro, con prevendita fino al 28 novembre su Live Ticket oppure presso: Gioventù Musicale Italiana, Rua Muro 59 – Modena dal martedì al venerdì ore 17-19.30, sabato ore 10 – 12.30 tel. 059/235736, e-mail).

    “Composta da un uomo innamorato dell’umanità, ad immagine di un altro uomo che all’umanità aveva promesso un sogno, questa sinfonia narra la vita di un eroe che combatte, cade e risorge – spiegano i musicisti – E se da un lato Bonaparte non seppe incarnare, per vanità o per debolezza, gli ideali a cui questa sinfonia era ispirata, commuove pensare al quotidiano, necessario, eroico gesto di Beethoven che pur tormentato dal supplizio di non poter udire la sua stessa musica, non seppe mai sottrarsi al bisogno di regalare bellezza agli uomini”.

    E’ ormai consolidato il legame tra Spira mirabilis e il Comune di Formigine, dove il gruppo si trova per la decima volta a vivere, studiare e condividere con la cittadinanza i progressi del proprio lavoro, attraverso concerti o lezioni-concerto.

    L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Formigine e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e sostenuta da Enìa Energia. Info: Gabinetto del Sindaco, tel. 059 416290 – Spira Mirabilis.









    Articolo precedenteAcimac lancia una scuola di formazione internazionale in modalità e-learning
    Articolo successivoGhelfi interpella la Provincia sull’Ospedale di Carpi