Home Ambiente Reggio Emilia festeggia la Giornata mondiale della bicicletta con un’installazione creativa e...

Reggio Emilia festeggia la Giornata mondiale della bicicletta con un’installazione creativa e focus online sul mondo delle due ruote

È economica ed ecologica, sinonimo di libertà e leggerezza. Ha sfidato il tempo, con alle spalle due secoli di storia e, nonostante i progressi tecnologici nel settore dei trasporti, rimane la regina della sostenibilità. Da tre anni, inoltre, ha una festa dedicata che si celebra il 3 giugno: la Giornata Mondiale della Bicicletta (World Bicycle Day).

Anche Reggio Emilia festeggia la due ruote: per l’occasione, mercoledì 3 giugno 2020, il Centro di riciclaggio creativo Remida, con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia, la collaborazione di Iren, Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia, Fondazione Reggio Children e il contributo di Coop Alleanza 3.0, organizza un’intera giornata di iniziative per parlare – nel rispetto delle regole attuali di tutela sanitaria e distanziamento – non solo di mobilità ma anche di sostenibilità e rigenerazione urbana, sociale, ambientale, economica, con un ricco programma online e offline.

“Se per un po’ di tempo dovremo stare un po’ distanti – afferma l’assessora all’Ambiente Carlotta Bonvicini – faremo stare vicini, al posto nostro, oggetti e materiali, in una composizione collettiva da costruire insieme, in piazza Prampolini, poco alla volta. Un’iniziativa che oggi più che mai vediamo inserita nella cornice degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Attraverso la creatività, desideriamo sensibilizzare la cittadinanza a partire dai bambini, per promuovere l’uso delle due ruote dolci come strumento a sostegno di uno sviluppo sostenibile, oltre che della salute nostra e del pianeta. L’evento del 3 giugno è l’occasione per ripartire con i nostri progetti virtuosi, riprendere il dialogo e il confronto con antropologi e ambientalisti per pensare insieme ad un nuovo modello di sviluppo. L’emergenza sanitaria in corso, infatti, non deve farci dimenticare un’altra problematica altrettanto urgente: l’emergenza climatica. Prima del lockdown stavamo lavorando in questa direzione e adesso, a maggior ragione, ogni scelta di tipo ambientale sarà improntata alla sostenibilità”.

Per tutto il giorno si susseguiranno video e interventi online dal mondo della scuola, delle famiglie, di altri centri Remida nazionali e internazionali.

Nel pomeriggio, in piazza Prampolini, sarà realizzata un’installazione creativa del Comune di Reggio Emilia in collaborazione con Fondazione Reggio Children e Fiab, sfruttando i materiali di Remida. L’iniziativa si svolgerà nel rispetto della normativa relativa all’emergenza Coronavirus e con i dovuti dispositivi di protezione: mascherina, guanti e disinfezione delle mani.

Già da alcuni giorni, infine, sul sito e sui social di Remida è possibile scoprire le tante e diverse grafiche personalizzate che i reggiani di tutte le età hanno realizzato nei giorni scorsi per le proprie biciclette: per scoprire tecniche e trucchi per personalizzare la propria bici in ambiente digitale, ci si può iscrivere al workshop online “Biciclette Fantastiche”, in programma mercoledì alle ore 11. È rivolto a bambini dagli 8 anni in su, con un adulto e si svolge su piattaforma Zoom. Massimo 15 posti. Per prenotazioni: online@reggiochildrenfoundation.org

 

Anche se il tradizionale Remida Day è stato rinviato a causa dell’emergenza sanitaria in corso, Remida torna in città, con le cautele necessarie, per continuare a dare il proprio contributo sui valori che lo caratterizzano: sostenibilità, solidarietà, creatività e trasformazione.

“Questa crisi – commentano gli organizzatori della giornata del 3 giugno – può essere interpretata anche come un’occasione per rigenerare lo spazio sociale all’interno delle città. Mentre ce ne stavamo chiusi nelle nostre case, e la primavera avanzava nonostante tutto, le città sono rimaste vuote ad aspettarci. Una condizione unica di isolamento e allo stesso tempo di interdipendenza, che ci conferma quanto il destino di ognuno sia legato a quello di tutti. Prima di tornare a riempire come prima le piazze e le strade, i parcheggi e i cortili, desideriamo invitare i cittadini a partecipare a questa giornata dedicata alla sostenibilità del presente, così radicalmente mutato, in un’ottica che riteniamo imprescindibile dalla solidarietà e dal bene comune. Per questo abbiamo intitolato l’evento Siamo tutti sulla stessa bici”.

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

• MATTINO

ore 9 Saluti istituzionali (online)

ore 10 Intervento dell’assessora all’Ambiente Carlotta Bonvicini (online)

ore 10.30 Clip dai centri Remida in Italia (online)

ore 11 Intervento di Paola Cavazzoni, Pause srl (online)

ore 11–12.30 “Biciclette fantastiche” workshop (online)

Comporre grafiche di biciclette in ambiente digitale utilizzando Zoom. Rivolto a bambini dagli 8 anni in su, eventualmente con un adulto. Massimo 8 posti. Prenotazioni: workshop@frchildren.org

ore 12.30 Intervento di Edo Ronchi, presidente Fondazione Sviluppo Sostenibile (online)

 

• POMERIGGIO

ore 14 -19 piazza Prampolini, Reggio Emilia“Omaggio alla bicicletta” installazione creativa eseguita dai volontari di Comune, Remida e Fiab
Un messaggio di sostenibilità da realizzare con i materiali di Remida.

ore 15 intervento di Paolo Pileri, Politecnico di Milano (online)

ore 16 intervento di Franco La Cecla, antropologo (online)

ore 16.30 – 19 Calderara di Reno (Bologna)
“Bicivettario. Sinfonia ecologica n.1”

Suoni di scarti composti da adulti e bambini. A cura di Remida Bologna Terre d’Acqua.(Info: https://www.facebook.com/events/254111975902977/)

ore 17 Clip dai centri Remida nel mondo (online)

ore 18 Intervento di Leonardo Candi, Pallacanestro Reggiana (online)

ore 19 Saluti finali (online)

 

• TUTTO IL GIORNO

“Un mondo di biciclette fantastiche” gallery (online)

Grafiche di biciclette realizzate e parcheggiate in diversi luoghi del mondo, pronte a partire. Una mappa di idee e di percorsi possibili o immaginari. Per partecipare si deve compilare il form pubblicato sulla pagina di Remida (https://www.remida.org/), allegando la foto della bici realizzata e indicando il luogo del mondo dove si vorrebbe lasciarla perché inizi il suo viaggio.

Per iscrizioni e informazioni sul programma della giornata: www.remida.org